Home > 1821 > I moti





Prima

 

Il principe della Cisterna esule a Parigi, inizia così le proprie riflessioni sugli avvenimenti del 1821: Pour se faire une idèe juste des troubles qui agiterent un instant le Piemonte en 1821 il est indispensable de jeter un regard en arrière sur l'état de ce pays avant la Révolution Francaise et sur le renuvement que ce grand événement du nécéssairement imprimer à ses progrés .

Il concetto è abbastanza chiaro: ogni fatto si esplica guardando al "prima" e, osserviamo noi,  si completa spesso con il "dopo".

Serve quindi almeno un'idea schematica su quanto successo in Piemonte, dopo il 1789.

 



1821

 

Agli inizi del 1820 le insurrezioni in Spagna avevano portato alla promulgazione della Costituzione.
Nello stesso anno insorgono i patrioti nel regno delle Due Sicilie.
Gli Austriaci muovono verso Napoli in aiuto ai Borboni.
I federati Lombardi e Piemontesi vedono il momento propizio per muovere guerra all'Austria e creare un regno dell'Alta Italia.
In questo progetto pensano di avere dalla loro Vittorio E manuele I

 



Gli esuli

 

Molti dei partecipanti ai moti presero la strada dell’esilio, entrando nei circuiti politici e culturali internazionali e trasformando il fitto scambio con la comunità del sapere in una nuova occasione di sviluppo.