Sistema Archivistico Nazionale
Pagina principale Archivio di Stato di Biella
  Inizio   Come raggiungerci   Mappa del sito   Contattaci   Amministrazione trasparente   Disclaimer
 
Chi siamo
Servizi
Patrimonio documentario
Biblioteca
Didattica
Formazione
Spazio Aperto
per il territorio

         Percorsi
Gli Archivi
del biellese
 
 

San Martino di Baldissero e della Motta dei Conti - Scaglia di Verrua

Nel 1971 la contessa Giuseppina Balbo Bertone di Sambuy e la di lei figlia Maria Edmea decisero di depositare l'archivio presso l'allora sezione di Archivio di Stato di Biella.
L'archivio San Martino Scaglia fu ordinato e inventariato, unitamente a parte della documentazione aggregata, verso la metà del sec. XIX. Il volume d'inventario è andato disperso. In origine i mazzi del vero e proprio archivio San Martino Scaglia erano 110 (numerati da I a CX) e i fascicoli erano numerati da 1 a 3053. Purtroppo non tutti i documenti sono pervenuti all'Archivio di Stato di Biella, ma fortunatamente è stato possibile accertare la destinazione di gran parte di quelli non rinvenuti a San Salvà.
Diversi mazzi di documenti già nel secolo scorso, come era uso del tempo, furono ceduti in occasione della vendita dei beni. Ciò avvenne per i mazzi da I a XIII, che salvo il mazzo XII, sono stati rinvenuti a Motta dei Conti.
I mazzi da XXII a XXXIV sono attualmente conservati nell'archivio Dal Pozzo della Cisterna-Tenimenti vercellesi I, sempre in quell'archivio sono conservati documenti del mazzo CII.
Il mazzo LXXXVIII concernente Torino e in particolare il palazzo Scaglia di via Stampatori è conservato ancora presso i proprietari a Torino.
Mancano del tutto notizie relative ai mazzi LXXV-LXXVIII.
Parte importante della documentazione appartiene alla famiglia Scaglia di Verrua, che confluì in casa San Martino in seguito al matrimonio di Anna Felice con Giuseppe Luigi (1753).
Molti documenti riguardano le famiglie Langosco della Motta e Cipelli della Motta, che finirono in casa San Martino in seguito al matrimonio di Maria Maddalena Cipelli con Antonio Francesco (1734), e la famiglia Ponzone di Azeglio.
Le carte in particolare concernono l'amministrazione dei beni siti nelle seguenti località: Azeglio, Baldissero, Barone, Biella, Borgo d'Ale, Caluso, Cavaglià, Chieri, Cortemilia, Crescentino, Cossato, Ivrea, Mathi, Mazzè, Miradolo, Montefalcone, Motta dei Conti, Ponderano, Roccapiatta, Rondissone, Salussola, Sandigliano, San Secondo, Sostegno, Torino, Verolengo, Verrua Savoia, Vigliano Biellese.

Bibliografia:
M. Cassetti, L'archivio San Martino-Scaglia, in 'Studi piemontesi', X, 1981, pag. 197-202

Famiglia Benso di Albugnano
Famiglia Fresia di Oglianico
Famiglia Balbo Bertone di Sambuy
Famiglia Dal Pozzo della Cisterna - Tenimenti vercellesi I


Immagine dall'Archivio
Patrimonio documentario
    Strumenti
    di ricerca
    Archivio di Stato
    di Biella nel SIAS
  Archivi di
  famiglie e
  persone
©2003 Archivio di Stato di Biella - ultimo aggiornamento 25 gennaio 2016