Sistema Archivistico Nazionale
Pagina principale Archivio di Stato di Biella
  Inizio   Come raggiungerci   Mappa del sito   Contattaci   Amministrazione trasparente   Disclaimer
 
Chi siamo
Servizi
Patrimonio documentario
Biblioteca
Didattica
Formazione
Spazio Aperto
per il territorio

         Percorsi
Gli Archivi
del biellese
 
 
 

Un po' di storia

Biella è menzionata per la prima volta in un diploma degli imperatori Lodovico il Pio e Lotario dell'826, conservato presso l'Archivio di Stato di Parma nelle carte del monastero di San Sisto di Piacenza.
Nel periodo 882-1245 fu sottoposta ai vescovi di Vercelli.
L'organizzazione del comune, che può farsi risalire al sec. XII, ricevette via via dai vescovi ampi privilegi, come testimoniano anche gli statuti del 1245.
Nel 1348 la città si diede ai Visconti, per tornare nel 1373 sotto il dominio del vescovo di Vercelli.
Nel 1379 si sottomise ad Amedeo VI, conte di Savoia.
Biella fu sede di castellania; poi, dalla seconda metà del sec. XVI, fece parte della provincia di Vercelli.
La città figura per la prima volta, come capoluogo di provincia, in un ordine di Carlo Emanuele I, duca di Savoia, del 20 agosto 1614. L'intendente vi rappresentava il governo centrale.
Dopo la battaglia di Marengo (1800) il Piemonte fu annesso alla Francia di cui costituì la XXVII divisione militare. Nell'aprile del 1801 fu diviso in sei dipartimenti: Biella e Masserano divennero due dei cinque circondari del Dipartimento della Sesia che aveva capoluogo a Vercelli. Ai circondari furono preposti dei sottoprefetti dipendenti dal prefetto di Vercelli. Il circondario di Masserano fu più tardi soppresso (Decreto 22 giugno 1801).
Nel maggio del 1814 i Savoia ritornarono in Piemonte e vennero ristabilite le intendenze.
Il 7 ottobre 1848 la provincia di Biella con quella di Casale entrò a far parte della divisione amministrativa con capoluogo a Vercelli.
La Legge 3702 del 13 ottobre 1859, detta "legge Rattazzi", soppresse la provincia di Biella e il suo territorio fu aggregato come circondario alla provincia di Novara.
Con Regio Decreto 9 ottobre 1861 n. 250 agli intendenti subentrarono i sottoprefetti e Biella divenne sede di sottoprefettura.
In seguito al Regio Decreto 2 gennaio 1927 n. 1 che riorganizzava le circoscrizioni provinciali, Biella entrò a far parte della provincia di Vercelli.
Con Decreto Legislativo 6 marzo 1992 n. 248 fu nuovamente istituita la provincia di Biella.

Immagine dall'Archivio
Spazio aperto per il territorio
  Un po' di storia
  Percorsi tra i documenti
 Fili di carta
 La fotografia
    Paesaggi ritratti
    Torrione
  Fonti per il
  territorio
  di Cossato
  Cartografia storica
  del Biellese
©2003 Archivio di Stato di Biella - ultimo aggiornamento 25 gennaio 2016